Paolo Romano su problematiche Genio Civile Caserta


FONTE: JulieNews.it

La crisi dell’edilizia nel Casertano con particolare riferimento alle problematiche relative al rilascio delle certificazioni di antisismicità delle opere edili da parte Genio Civile. Sono questi i temi che saranno trattati giovedì prossimo, 9 giugno 2011, nella riunione tecnica convocata per le ore 15,00 presso la Sala “Caduti di Nassyria” del Consiglio Regionale della Campania, dal Presidente dell’Assemblea legislativa campana, Paolo Romano.

Ai lavori prenderanno parte, l’assessore ai Lavori Pubblici della Regione Campania, Edoardo Cosenza, il presidente dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Caserta, Vittorio Severino, il presidente dell’Ordine degli Architetti della Provincia di Caserta, Domenico De Cristofaro, Il Dirigente del Settore Difesa Suolo della Regione Campania, Italo Giulivo e il Dirigente del Settore provinciale del Genio Civile di Caserta, Nicola di Benedetto.

“La riunione, programmata già da diversi giorni – ha spiegato il presidente Paolo Romano – si pone nell’ottica di rendere operativi tutti quegli strumenti, in buona sostanza già Continua a leggere

Autorizzazioni sismiche in provincia di Caserta: c’è l’accordo e il via libera


L’intesa tra assessorato regionale ai lavori pubblici, Arcadis e Genio Civile. «Più vicini ai cittadini»

FONTE: Corriere del Mezzogiorno.it

CASERTA – È stato sottoscritto, alla presenza dell’assessore regionale ai Lavori pubblici Edoardo Cosenza, un accordo di collaborazione tra assessorato, Agenzia regionale per la Difesa del Suolo (Arcadis) e Genio civile di Caserta per accelerare le procedure relative al rilascio delle autorizzazioni sismiche in provincia di Caserta.

«In base all’intesa, tre ingegneri e un architetto,individuati tra i tecnici di Arcadis maggiormente esperti in ingegneria sismica, lavoreranno a tempo pieno – ha spiegato l’assessore Cosenza – presso il Genio civile di Caserta che, precedentemente al mio arrivo, aveva accumulato ritardi nella definizione delle pratiche proprio a causa della mancanza di tecnici nella struttura (sono solo 2 i funzionari ingegneri interni al settore) e alla complessità della materia dovuta alla normativa vigente in Italia».

«In questo modo – aggiunge – riusciremo ad essere più vicini ai cittadini che da tempo attendevano il rilascio delle autorizzazioni e, soprattutto, alle categorie professionali e al mondo dell’edilizia». «Su questo tema – ha concluso Cosenza – l’impegno dell’assessorato è stato altissimo sin dai primi giorni dell’insediamento della giunta Caldoro: già a luglio avevamo introdotto l’elenco delle opere minori che non necessitano di autorizzazione e ad ottobre avevamo firmato una delibera per semplificare, in via transitoria, le procedure necessarie al rilascio delle autorizzazioni con l’introduzione della relazione tecnica da parte del collaudatore statico in corso d’opera».

 

Architetti e ingegneri contro i ritardi del Genio civile di Caserta


FONTE: Interno 18

I due ordini stigmatizzano l’inefficienza dell’organo e lamentano una stasi nel mondo del lavoro edilizio

 Gli Ordini degli Architetti e degli Ingegneri della Provincia di Caserta, di fronte ai gravi ritardi nelle validazioni dei progetti strutturali da parte degli organi preposti del Genio Civile – adempimento condizionante l’inizio dei lavori edilizi – che determinano un ormai intollerabile stasi nel mondo del lavoro edilizio e di conseguenza nell’intero indotto, stigmatizzano l’ingiustificata inefficienza di tali organi. Si vedono costretti a tale denunzia dalle infondate giustificazioni avanzate dai Dirigenti del Genio Civile in riscontro ai loro reiterati solleciti a rimuovere tali disagi per tutti, professionisti e società civile che non chiedono altro che un efficace servizio a loro dovuto. Nel momento di crisi che si sta attraversando il richiamo al dovere è imperativo categorico. Pertanto tutte le istituzioni, il mondo imprenditoriale, le forze sociali e gli organi di informazione vengono chiamati ad unirsi alle nostre azioni per rimuovere l’intollerabile dannoso comportamento dei responsabili di tale situazione. Noi non ci fermeremo, nella consapevolezza di non voler perseguire un interesse di parte ma di adempiere ad un dovere nell’interesse della collettività operosa, fin quando non sarà ripristinato uno stato di normalità nell’operato del Genio Civile di Caserta.