Salerno come Bilbao. Termovalorizzatore sì, ma firmato Frank Gehry…


Bene, si è trovata la soluzione migliore al problema rifiuti…

“Dopo fiumi di inchiostro versato sulla questione rifiuti in Campania, per ribadire i soliti scambi di accuse o le problematiche – solitamente traboccanti qualunquismo – sull’impatto ambientale delle soluzioni prospettate, da Salerno giungono finalmente parole diverse, improntate al pragmatismo e alla ragionevolezza. “Vogliamo il meglio sotto ogni profilo. Sia quello estetico sia quello tecnologico”, avrebbe dichiarato – stando a Il Giornale – lo stesso sindaco Vincenzo De Luca. Che il prossimo 21 marzo volerà a Los Angeles per incontrare l’archistar Frank Gehry, al quale chiederà di progettare il nuovo termovalorizzatore che sorgerà nel salernitano, nella Piana di Sardone, per il quale la Regione Campania ha appena firmato un’intesa con il Comune di Salerno stanziando ben 75 milioni di euro. Una via virtuosa e decisamente moderna, che potrebbe trasformare una struttura invadente ed antiestetica in un patrimonio, come del resto già accaduto in altre realtà europee. Come Vienna, dove l’inceneritore firmato – nel lontano 1979 – dall’artista Friedensreich Hundertwasser è divenuto una meta turistica…”

VIA

CAD FILE CONVERTER


Per il 25° anno di Interstudio, distributore di software per l’architettura e l’ingegneria, sono state organizzate diverse promozioni. Una tra queste prevede dal 10 al 15 febbraio 2008 il download gratuito del software CAD File Converter Pro, un’applicazione (Win e Mac OS X) che consente la conversione tra diversi formati CAD: DXF, DWG, DXB, SVG. Il software, previa registrazione, può essere scaricato da questo collegamento.

Nello stesso sito è possibile trovare altre utility gratuite o parzialmente gratuite, come:

  • TecnoContab, per la gestione delle pratiche e della contabilità di studio (Win e Mac)
  • DomusCAD versione educational
  • MacCarpent, per la progettazione esecutiva di travate in CA
  • Professional Pack, insieme di tool per la progettazione

Antropocene


«In poche generazioni l’umanità sta esaurendo i combustibili fossili che si sono generati nel corso di centinaia di milioni di anni.
Le emissioni di SO2, globalmente circa un milione di tonnellate all’anno dovute alla combustione del carbone e del petrolio, sono almeno il doppio di tutte le emissioni naturali …;
il 30-50% della superficie terrestre è stata trasformata dall’intervento umano;
in agricoltura viene ora applicata una quantità di azoto in fertilizzanti superiore a tutto l’ azoto fissato naturalmente in tutti gli ecosistemi terrestri;
le emissioni in atmosfera di ossido di azoto (NO) per combustione di combustibili fossili e biomasse è ugualmente maggiore delle emissioni naturali, dando origine alla formazione di smog fotochimico in molte regioni del mondo;
più di metà di tutta l’acqua dolce accessibile è utilizzata dall’umanità;
l’attività umana ha accelerato di un fattore diecimila il tasso di estinzione di specie viventi nelle foreste tropicali;
la concentrazione di diversi “gas serra” è sostanzialmente cresciuta Continua a leggere