Il mattone vale ancora oro

FONTE: Idealista.it

 

mercato al rallenty e prezzi in stallo, ma il mattone vale ancora oro. idealista vi presenta l’indice trimestrale dei prezzi delle case, relative al terzo trimestre 2011. nelle grandi città i prezzi non calano: roma (0,7%; 4.546 euro/m²), torino (0,5%; 2.373/m²) e milano (0,3%; 3.994 euro/m²) in terreno positivo. soffre solo napoli (-0,7%; 3.374 euro/m²)

secondo vincenzo de tommaso, ufficio studi idealista.it: “la crisi finanziaria non ha certo rilanciato il mattone, ma neanche lo ha depresso, come dimostra l’andamento dei prezzi nelle grandi città. semmai l’estate ha rimarcato l’affidabilità di questo genere di investimento rispetto ad altri e anche se rispetto al dato inflattivo qualcosa hanno perso anche gli immobili, il mattone è un approdo sicuro soprattutto quando si compra casa per viverci”

i dati di idealista.it, evidenziano una tenuta dei prezzi delle case di seconda mano nel terzo trimestre più forte delle attese

roma. nella capitale tre quartieri crescono a ritmi pari o maggiori al tasso d’inflazione di settembre: in particolare monte verde (4,7%; 4.740 euro/m²) si giova dello spostamento dell’asse turistico romano verso trastevere e l’effetto speculativo di alcune dismissioni degli scorsi anni; la riqualificazione urbana e i collegamenti fanno la differenza in arvalia-portuense (3,1%; 4.221 euro/m²) e in appio latino (3,1%; 5.078 euro/m²)

in un quadro di sostanziale stabilità, con variazioni modeste nella maggior parte dei quartieri della capitale, si segnala qualche affanno per le zone di pregio: il peggiore è prati (-3,1%; 6.338 euro/m²), seguito dai parioli (-0,8%; 7.006 euro/m²) e il centro storico (-0,3%; 7.657 euro/m²)
prezzi sui valori di tre mesi fa in provincia, dove fiumicino, con i suoi 3.083 euro al metro quadro, si conferma il comune più caro nonostante il calo rilevato, pari al 2,6%. la performance peggiore però spetta a cerveteri (-3,6%; 2.375 euro/m²), la migliore a marino (4%; 2.987 /m2)

clicca per conoscere nel dettaglio i prezzi delle case a roma

 milano. dopo i mesi estivi tornano in terreno positivo 11 dei 18 quartieri di milano. trend rialzista guidato da san siro (3,1%; 4.932 euro/m²), l’unico a che cresce a ritmi pari al tasso d’inflazione del periodo. se si eccettuano lorenteggio-bande nere (2,2%; 3.494 euro/m²) e fiera-de angeli (2,3%; 5.215 euro/m²), deboli o marginali gli altri rincari

la situazione dei prezzi non sì è ancora stabilizzata nel centro storico (-4,9%; 8.025 euro/m²), come testimoniano i continui alti e bassi susseguitisi nell’area nel corso di quest’anno.
le aree periferiche rimangono le più colpite: famagosta-barona (-3,2%; 3.097 euro/m²), baggio (-2,9%; 2.628 euro/m²), certosa (-2,1%; 2.819 euro/m²) e comasina-bicocca (-1,8%; 2.804)

in leggero recupero i comuni dell’hinterland, che però segnano un saldo negativo del 6,5% su base annua. passano da 5 a 7 i comuni in terreno positivo: il rimbalzo maggiore è quello di cologno monzese (4%; 2.333 euro/m²), la performance peggiore di abbiategrasso (-3,2%; 2.093 euro/m²), stabile segrate (0,1%; 3.300 euro/m²), il comune alle porte di milano che ha avuto l’incremento maggiore in confronto allo stesso trimestre del 2010

clica per conoscere nel dettaglio i prezzi delle case a milano e provincia

torino ha attenuato il trend rialzista già evidenziato nella prima metà dell’anno, tuttavia i prezzi segnano un +4,5% rispetto allo scorso anno

un incremento dei valori immobiliari interessa un po’ tutti i quartieri a eccezione di centro-crocetta (-1,1; 3.342 euro/m²), peraltro alla prima battuta d’arresto dopo una lunga serie di rincari

su tutti gli altri, tra i quali spiccano le aree di san paolo e san donato (4,7%; 2.410 euro/m²), sospinte dal nuovo e dalla riqualificazione della “spina”- crescono, agli antipodi, aurora-rebaudengo (3%), il quartiere più economico di torino con i suoi 1.672 euro/m² e porta vanchiglia-borgo po’ (2,7%), l’area con i prezzi più alti a livello cittadino (3.393 euro/m²)

clicca per conoscere nel dettaglio i prezzi delle case a torino


napoli
(-0,7%; 3.374 euro/m²) è l’unica grande metropoli con il segno meno nel terzo trimestre

in controtendenza, bagnoli-fuorigrotta (3,2%;3.577 euro/m²) registra il rimbalzo più significativo dopo i mesi estivi, seguito nella fascia bassa dei prezzi cittadini da stella-san carlo arena (1,2%; 2.800 euro/m²) e san lorenzo-poggio reale (1,2%; 2.662 euro/m²)

la sforbiciata delle quotazioni accomuna l’area con i prezzi più alti e  quella con i prezzi più bassi del capoluogo partenopeo: chiaia-posillipo-san ferdinando con i suoi 5.764 euro al metro quadro segna -2,4%, miano secondigliano (2.095 euro/m²), -1,4%

nota metodologica: l’indice immobiliare di idealista è stato elaborato sui prezzi di offerta, non sul prezzo di vendita; vale a dire , che tutti i valori dell’analisi non coincidono con il prezzo finale dell’operazione di compravendita (che può essere più basso di quello inizialmente proposto dal venditore)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.