Committente ed edilizia

FONTE: LAVORINCASA.IT

Nel processo edilizio entrano in campo una molteplicita’ di fattori, spesso valutati solamente dal Professionista incaricato, ma che coinvolgono anche la figura del Committente.

Nella fase di definizione e realizzazione delle opere edili, oltre alla figura del Professionista che segue quella progettuale ed esecutiva, e’ opportuno che il Committente venga coinvolto in alcuni degli aspetti peculiari del processo edilizio.

Un primo fattore riguarda la scelta dell’impresa esecutrice; e una delle insidie maggiori è il rischio di affidarsi  a ditte  che non eseguono correttamente ed in sicurezza i lavori. 

Queste condizioni sono più evidenti nel caso in cui il Committente privilegi innanzitutto l’aspetto economico più vantaggioso a scapito della professionalitàpreparazione dell’impresa.

Occorre chiarire che i costi per realizzare un’opera sono condizioni pressoché costanti per qualunque impresa (operante in quell’area geografica) e che quindi, lo scarto delle varie offerte economiche dovrebbe essere minimo.  
Da questo si deduce che una stima troppo bassa, può essere dovuta ad un’errata valutazione dei lavori con conseguente minore garanzia di una regolare esecuzione degli stessi.

Un altro punto fondamentale riguarda l’esatta descrizione dell’offerta economica presentata in funzione della contabilità dei lavori in corso d’opera.

Infatti, è bene accertarsi che l’impresa abbia dettagliatamente previsto, nella voce di offerta, alcune variabili quali ad esempio: l’incidenza dell’ingombro dei serramenti per intonaco e tinteggiatura, la differenza economica per la posa dei pavimenti e rivestimenti nelle varie modalità, ecc.

Queste condizioni, se non espressamente contrattualizzate, possono dare adito a contenziosi tra le parti.

Per quello che riguarda l’aspetto della sicurezza si segnala che l’affidamento dei lavori è soggetto agli adempimenti, previsti dal D.Lgs 81/2008 e che il Committente, così come gli altri soggetti coinvolti, ha precisi obblighi e doveri da adempiere.

Un altro fattore rilevante, è definire anzitempo il rapporto tra Committente ed Impresa, con la redazione del contratto di appalto.

Questo documento, elaborato prima dell’inizio dei lavori, deve riportare principalmente: generalità del Committente e dell’Impresa, indicazioni Camerali dell’impresa, regolarità contributiva, natura dei lavori, offerta economica, modalità di pagamento, eventuale autorizzazione edilizia.  

Se gli interventi riguardano anche parti impiantistiche, esclusa la manutenzione ordinaria, la cosa fondamentale è quella di affidarsi a imprese abilitate con iscrizione camerale per la categoria dei lavori da eseguire e che, a completamento di questi, consegnino la Dichiarazione di Conformità delle opere e dei materiali utilizzati ai sensi del D.M. 37/08.

 Questo aspetto è di primaria importanza nel caso in cui, ad esempio, si debba modificare l’impianto, con l’aggiunta di un dispositivo o di un quadretto elettrico, per essere soggetti alla certificazione del corretto funzionamento della rete.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.