ORTA DI ATELLA: Il Popolo. La politica. Il Territorio

In vista delle improvvise ed inaspettate competizioni elettorali per l’aggiudicazione della poltrona di Sindaco di questo paese (che appare sempre più preda di una maledizione che sembra non voler più mollare la presa), del 28 e 29 Marzo prossimo anziché a Novembre (cioè a fine del naturale mandato dei commissari), mi preme fare alcune considerazioni preliminari in vista della frammentarietà degli schieramenti che si è creata. Infatti, questo paese rischia, dopo essere già passato alla cronaca per la stratosferica anomalia edilizia che ha dimostrato di fatto l’inefficacia degli strumenti e dei sistemi di controllo del territorio che la moderna legislatura mette a nostra disposizione, da qui ad un mese, di divenire la concreta dimostrazione che la politica non è più capace di dare voce al volere popolare. Infatti, analizzando con un minimo di attenzione gli scenari politici che si sono venuti a delineare (senza non pochi colpi di scena dell’ultimo minuto), si rischia di arrivare al paradosso di trovarsi al governo del paese qualcuno che è l’espressione politica di una esigua minoranza della popolazione. Infatti, la gente dovrà scegliere tra 4 candidati alla carica di sindaco. Dalle rispettive dichiarazioni pubbliche e dai programmi politici, si evidenzia che 3 delle quattro liste, auspicano il tanto sospirato cambiamento in totale rottura con la politica degli ultimi anni. Mentre una di esse, che ovviamente non si sognerebbe mai di ammettere la cattiva gestione del territorio da parte delle amministrazioni passate, è apertamente per la continuità di un “disegno politico” (o meglio scarabocchio politico) che ci ha portati dove siamo oggi (assenza totale di servizi, mancanza dei minimi spazi di vivibilità, assenza totale del controllo del territorio, tasse altissime, ecc.). Facciamo due conticini e vediamo cosa potrebbe accadere. Supponiamo che il giorno delle votazioni, si recheranno alle urne 17.000 cittadini e di questi 15.000 esprimeranno un voto valido. Ora se 4.500 esprimeranno il loro consenso per una politica in linea con quella degli ultimi anni, la restante parte, cioè ben 10.500 elettori auspicheranno il cambiamento di rotta. Una logica democratica perfetta, vorrebbe che un certo modo di far politica dovrebbe cedere il passo al nuovo che avanza e che dovrebbe essere la reale espressione del volere popolare. Ma le cose in realtà non stanno esattamente così. Infatti, in questo caso, a dividersi la fetta più grande di voti validi, saranno 3 schieramenti. Con due compagini equilibrate ed una più debole, la situazione potrebbe essere la seguente:

  • 2.000 voti per la lista più debole;
  • 4.300 per una delle due più forti;
  • 4.200 per la terza.

  In queste condizioni, in totale contrasto con quello che è il reale volere del Popolo, andrà al governo del paese una compagine pronta a riportare le lancette del tempo indietro di almeno 2 secoli, a quando cioè qualcuno, in virtù di un potere conferitogli da una esigua minoranza, decideva delle sorti di un intero popolo, decidendo delle sopravvivenza stessa del singolo individuo.

Io ritengo che sia totalmente ingiusto e fuori dalla logica del vivere civile che di questi tempi, ancora ci si trovi nelle condizioni per cui se vuoi un lavoro per sopravvivere, devi SERVIRE e RIVERIRE chi sa destreggiarsi con abilità nella giungla politica del nostro territorio.

Personalmente ho seguito da vicino (per quanto mi è stato possibile) le vicende che hanno portato alla creazione di tre schieramenti distinti piuttosto che una unica e grande espressione così come vorrebbe il Popolo. Da parte mia ho invitato tutte le forze politiche in campo a mettere per un attimo da parte le proprie radici culturali e ideologiche per vestire i semplici, stretti e logori panni del rappresentante del volere popolare. A tratti si è arrivati molto vicino al raggiungimento dell’obiettivo, quando le riunioni erano aperte a tutti gli iscritti e simpatizzanti dei vari partiti. C’era un dialogo molto acceso, forti scontri ideologici, ma si sentiva che in fondo prendeva sempre più corpo quell’unico obiettivo di dare una svolta significativa all’attuale situazione amministrativa. Il capitombolo c’è stato quando si è deciso di ridurre i partecipanti agli incontri ai soli rappresentanti delle varie forze politiche coinvolte. Evidentemente in quel frangente ha prevalso la miopia ed il personalismo politico di pochi. A quel punto, tirata la corda un po’ troppo a lungo,  una decisione andava presa ed in fretta. Il tempo a disposizione era ormai allo scadere e si sa, le decisioni affrettate raramente si mostrano essere le migliori. Quindi siamo piombati nella realtà che ci attende.

Credo che queste vicende siano sintomatiche di un malessere cronico che con qualche ulteriore piccolo sforzo può (e deve) essere definitivamente debellato, cioè quello dell’attaccamento alle poltrone da parte della vecchia guardia, di quel vecchio modo di far politica che professando solo a parole il rinnovamento, ad un certo momento storico, ha preferito fare marcia indietro e chiudersi a riccio nelle proprie singole realtà di partito piuttosto che fare un piccolo sacrificio per il bene del paese. Infatti, nel giro di pochissime ore le cose sono cambiate più volte sino a raggiungere dei veri e propri paradossi, fatto sta che la realtà di oggi è questa: Chi vuol cambiare non ha possibilità di chiederlo in maniera netta ed inequivocabile. Da parte mia, trovandomi in esilio in terra straniera (vista la mancanza, sempre più massiccia, di onesto lavoro nel mio settore in questo territorio) e non avendo quindi, la possibilità di seguire con continuità ed attenzione le vicende che si sono susseguite con una così grossa mole di colpi di scena, mi sono ritrovato, al ritorno in patria con un rappresentante della famiglia candidato (in qualità di forza moderata ed indipendente) tra le fila del partito “PDL Berlusconi per Orta”. Vorrei solo per un attimo far capire cosa rappresenta per me questo partito: E’ il partito di governo che ha fatto sì che da PRECARIO, figura già di per se meschina, passassi a quella ancor più deleteria di DISOCCUPATO senza diritto del famigerato preavviso, negandomi di colpo la possibilità di garantire alla mia famiglia (1 maglie e tre figli) una vita dignitosamente onesta. Quindi, tale governo, per me, per il mio caso specifico è e resta fino a inconfutabile prova del contrario, il governo del “NON FARE” più che quello “DEL FARE” come si autodefinisce. Ma nonostante tutto questo, sono pronto a mettere da parte queste mie personali considerazioni pur di far si che una svolta in questa che è e resta la MIA TERRA, avvenga realmente pur contro il mio interesse personale.

 In virtù di tutto questo, voglio dare qualche suggerimento per coloro che non hanno ancora deciso a chi dare il proprio consenso.

Innanzitutto invito a votare per mio cugino ANDREA VILLANO che oltre ad essere un giovane Ortese da sempre impegnato nel sociale, è un maresciallo dei carabinieri e quindi garanzia di onestà intellettuale e morale.

Poi, appartenente allo stesso gruppo, c’è SALVATORE IOVINELLO, anche lui giovane. Informatore scientifico che ha già avuto un minimo di esperienza come consigliere di opposizione dello scorso Consiglio Comunale.

In fine, abbiamo il co-fondatore della nostra associazione, il mio caro amico e collega, l’architetto BARTOLOMEO FIORILLO nella lista Orta libera Orta.

Ovviamente in questi periodi particolari girano voci su tutto e tutti, che vanno prese in considerazione con le dovute cautele del caso. Onde evitare di vedersi strumentalizzare il proprio voto,

lancio il mio appello:

a tutti coloro che non hanno alcuna intenzione di recarsi alle urne;

agli sfiduciati e a tutti coloro che sono convinti che tutto sommato “non cambierà nulla”;

a tutti quelli che, come me, scriverebbero su quelle schede a caratteri cubitali un “VAFFA …” che emerge dal profondo del cuore e che esprime pienamente il proprio punto di vista nei confronti della moderna politica sempre più lontana dai reali e quotidiani bisogni della gente;

a tutti quelli che nel recarsi alle urne convinti di DOVER votare per il vecchio modo di far politica che intende risolvere i problemi di oggi semplicemente rimandandoli a domani, sentiranno per un attimo rimordere la propria coscienza;

a tutti gli onesti e liberi cittadini rimasti in questo paese, esprimiamo il nostro voto di protesta scrivendo sulla scheda delle Comunali (di colore azzurro), nella lista “PDL BERLUSCONI PER ORTA” la dicitura

VILLANO A.

A caratteri grossi perché grossa deve essere la nostra voce. Mi si dirà: “ma che razza di voto di protesta può mai essere questo?”. Lo è per il semplice fatto che in un momento storico in cui risulta sempre più difficile associare alla politica i termini “ONESTA’”, “MORALITA’”, “LEGALITA’”, ecc. votare per un ragazzo che difficilmente lo si incontra nei bar o in piazza, in quanto se non è al lavoro o a svolgere il proprio dovere di marito e padre in seno alla famiglia (istituzione sacrosanta), lo si può trovare pienamente impegnato tra i gruppi cattolici vicini alla chiesa ed al benessere spirituale della gente; per me questa è vera protesta, quella che alla lunga porta i suoi frutti e che cerca di costruire, edificare, migliorare, ecc. Che non si fossilizza nel vano tentativo di distruggere un sistema logoro e marcio che sarà sempre tra noi perché radicato nell’essere umano e nella sua ingordigia, ma cerca semplicemente di vincerlo sopraffacendolo con la forza che viene dal consenso popolare.   

Programma PDL ORTA DI ATELLA    

24 thoughts on “ORTA DI ATELLA: Il Popolo. La politica. Il Territorio

  1. Pingback: ORTA DI ATELLA: Il Popolo. La politica. Il Territorio « Arch.In.Geo

  2. Purtroppo tutto sarà come prima amico mio, mi dispiace dirlo e scriverlo cosi in modo crudo e schietto e questo non può che rammaricarci e renderci tristi…girando per questa campagna elettorale, ho solo potuto appurare quanta falsità e maschere sono presenti su questo territorio ormai in metastasi…non solo edilizia ma territoriale.
    mi auguro quanto te che ci sia una svolta e che finalmente potremo dire che la gente è uscita dall’ipnosi…!
    tutto questo sarebbe solo un reale e onesto cambiamento.
    Ma come ben sai il cambiamento e degli onesti…quelli che come te e come me che lottano per un ideale pulito e che non hanno appartamenti sparsi un po quà ed un po la…ma che cercano con fatica di lavorare onestamente, pur sapendo che il raggiungimento di un traguardo è molto più lungo rispetto ad altri.
    vorrei e mi auguro che il 30 marzo potremo dire entrambi, che la gente ha voglia di vivibilità e di riscatto…ma sai benissimo e sappiamo benissimo che non è cosi. Quel che posso dire, è che voglio credere in questa favola come un bambino che aspetta babbo natale…chiudo dicendo che la mia candidatura è semplicemente l’espressione di onestà e di trasparenza, nel rispetto della società e del lavoro che svolgo…io ci sto provando, come hai fatto tu assieme a me quando abbiamo fondato ARCHINGEO, che oggi è ancora una realtà di informazione.
    Grazie per le umili parole che hai espresso per me e come sempre onestà e rispetto in prima linea in tutto e per tutto.
    BARTOLOMEO FIORILLO

  3. detto da un falso come lei caro architetto…solo perchè ha un pezzetto di carta che porta questo titolo…mi viene da ridere! spero che i nostri concittadini si guardino bene dal votarla…altrimenti falsità, unita a disonestà saranno a capo di Orta!

  4. Come dice il collega, nonchè amico Francesco, quel pezzo di carta è il frutto di anni di SACRIFICIO E STUDIO e che oggi grazie a Dio ci sta dando i risultati…forse con più fatica di altri, ma ci sta dando soddisfazioni e gratificazioni!!!
    …detto questo Caro Francesco…non lasciarti prendere dalle provocazioni del sign. Giovanni…che si fa chiamare cosi per non svelare la sua vera identità…se fosse una persona onesta e trasparente si presenterebbe con nome, cognome e numero di telefono, visto che parla di cose facendo credere di conoscerle…e sai perchè non lo fa?…primo perchè non è di Orta; secondo perchè è una persona repressa e paranoica che ama creare casini e guerre perchè la vita si è accanita un po con lei…o meglio non le ha dato tanta serenità e poichè non riesce ad avere considerazioni dalle persone che vorrebbe, csi si scaglia contro il mondo credendo di ottenere quelle considerazioni che non riesce a guadagnarsi con rispetto e umiltà. Quindi non scendere a provocazioni con questo tipo di persone che non hanno le palle di presentarsi e scoprirsi e affrontare la gente a viso scoperto.
    E guarda caso le cose non accadono mai per caso.
    Comunque questo tipo di persone devono solo avere indifferenza perchè questo meritano dalla vita, visto che sanno solo sputare veleno perchè invidiosi e ripeto repressi perchè condannati dalla vita.
    Dimenticavo una cosa…secondo me questa persona è invidiosa di chi è laureato ed ha quel pezzo di carta come lo definisce….;-)

  5. Caro architetto,
    non lasciarti demoralizzare da queste persone grezze che purtroppo fanno anche esse parte della nostra società.
    Anche se non lo si vede alla luce del sole, il popolo del silenzio è a favore delle persone come voi. Continuate così per voi e soprattutto per tutti quelli che (come me) non hanno il coraggio di cambiare a testa alta ed alla luce del sole.
    Forza e coraggio, la verità è ormai vicina.

  6. che vi sfiacchite a fare tanto ad orta non cambiera mai niente. la gente continua a votare sempre gli stessi. non vogliono il rinnovamento. Orta è un popolo di pecoroni e allora si merita il peggio del peggio. io pero ti voto, non si po mai sapere tanto avevo gia deciso di non votare proprio.

  7. Credo che il sign. Giovanni ha preso un abbaglio grosso e confonde con qualche tecnico che ben conosce chi vive ad Orta e che ha fatto parte e fa parte ddella scuderia brancacciana e company passata e presente, posso dirvi per quello che mi riguarda che sono poche le persone che la pensano come L’architetto, magari ci fosse più gente cosi, sicuramente avremo un paese più vivibile!
    Qundi Bartolomeo, non lasciarti influenzare dalle grezze espressioni di certa gente come scrive Luca 78 e prosegui per la tua strada che il tempo ti premierà.
    Per quanto concerne le elezioni di Orta, non mi va nemmeno di esprimermi. Tanto la gente è ormai corrotta e pensa solo ai propri interessi.

  8. non ho neanche voglia di replicare, ma mi chiedo: come mai una percentuale così bassa per la lista dell’architetto Fiorillo?……..c’è da pensare che: o a Orta siamo tutti rincoglioniti o non è tutto oro quello che volete far credere voi!!! ….possibile che in tutto questo periodo di campagna elettorale non abbiate avuto modo di farci cambiare idea??? Se realmente fosse stato vostro desiderio cambiare Orta in meglio, avreste dovuto dimostrarlo con fatti…le chiacchiere che siete stati bravi (mi riferisco a tutte e quattro le liste)se l’è portate già il vento…. la gente non vi crede più…quindi preferisce rimanere com’è e non dare credito a persone che non di certo si comporterebbero diversamente da chi già ha amministrato.
    Comunque io realmente mi chiamo Giovanni, mi spiace per lei arch Fiorillo che ha messo in dubbio questa cosa…e se proprio desidera non ho problemi a darle nome, cognome e num di telefono……ma qualora lo facessi cosa cambierebbe? Si sentirebbe più tranquillo…o è un modo per poi far ritorcere contro di me quello che ho asserito fin ora…dopo tutto siamo in democrazia e il pensiero è libero!

    A lei arch. Villano vorrei far presente che anche la mia laurea è frutto di SACRIFICIO e STUDIO…non faccio la vittima ne tanto meno ho faticato ad inserirmi nel mondo del lavoro, visto che l’ho fatto con reale umiltà!!! L’ umiltà è un pregio che, o si ha, o non si ha! Non si ostenta solo a parole…
    Non aggiungo altro e formulo i più sentiti auguri per una serena Pasqua!

    Giovanni P.

    • Caro Giovanni,
      purtroppo, essendo in un mondo virtuale non si riesce mai ad essere sicuri al 100% della reale identità della persona con cui ci si sta confrontando. Non che questo cambi le cose, ma semplicemente per una questione di rapporti umani fondati sulla sincerità.
      Non metto in dubbio (e non lo farei mai) che tutte le lauree sono frutto di sacrificio e studio, per questo mi indigno quando sento la definizione di “pezzi di carta”, in quanto nella realtà comune si sta prendendo proprio questa piega, quindi se non siamo noi i primi e difendere il reale stato delle cose, non possiamo poi pretendere che lo facciano gli altri che hanno tutto l’interesse a sminuirci.
      Mi fa piacere per te sentirti dire che sei riuscito ad inserirti nel mondo del lavoro senza troppe fatiche (così mi è parso di capire). Io purtroppo non posso dire altrettanto in quanto ancora credo di non aver ben capito dove sia questo mondo.
      In parte riesco a condividere il tuo pensiero sul fatto che la gente si è stancata di sentirsi dire tante frottole, ma non credo che sia il modo giusto di manifestarlo rivotando nuovamente quelli che già c’erano. O non si vota, o si cerca di cambiare votando qualcosa e qualcuno nuovo. Credo sia solo un volersi nascondere dietro un dito il dire “tanto sono tutti uguali”. Può essere! ma come facciamo a saperlo se non gli concediamo la possibilità di dimostrare il contrario?
      Anche a te porgo i miei più sentiti e sinceri auguri, con la speranza di poterci riscrivere cercando di unire le nostre energie senza lasciarci sopraffare dai pregiudizi e dallo scoraggiamento nel cercare di creare insieme una società realmente degna di noi tutti.

  9. Ciao a tutti e buona Pasqua prima di tutto!!!
    Ciao Francensco…non farti ammaliare dalle parole del sign. Giovanni…io continuo a pensare che non è di Orta, ed avrò i miei buoni motivi.
    E’ inutile che adesso fa il dispiaciuto o vittima che si voglia. Non dimentichiamo che è stato proprio il sign. Giovanni a scrivere: (detto da un falso come lei caro architetto…solo perchè ha un pezzetto di carta che porta questo titolo…mi viene da ridere! spero che i nostri concittadini si guardino bene dal votarla…altrimenti falsità, unita a disonestà saranno a capo di Orta!)
    …dovrebbe essere fiera e felice caro Giovanni, visto che la gente ha optato per la legalita e l’onesta, votando chi da oggi governerà Orta!!!
    E una persona come lei che dichiara con tanta sicurezza la disonestà e la falsità del sottoscritto, deve e dovrebbe anche essere in grado di dimostrarle…sbaglio?
    Per quanto riguarda la lista…mi dispiace correggere il sign. G. o forse sign.ra A. che sarebbe più corretto…e le dico che la lista non era la mia, ma io ne facevo parte e ne sono ancora fiero ed orgoglioso…quindi se realmente il sign. Giovanni non ha nulla da nascondere che si presentasse e facesse in modo di essere riconosciuto/a, se è di Orta ci farebbe piacere offrirle un caffè e credo sia daccordo anche il mio amico Villano…e noi non avremo più nulla da dire in merito…!
    Per quel che riguarda la gente di orta, come diceva il collega Villano…non c’è l’intenzione di cambiare o quanto meno di dare la possibilità ad altri di provarci.
    Caro francesco il sig. G. è inserita nel mondo del lavoro, quel mondo che come dicevi non sai dove sia….il sign. G. non ha avuto la sfortuna come tanti di essere tagliato/a, perchè il nostro attuale ministro dell’istruzione a lei non l’ha toccata…pardon toccato!!!
    Per quanto riguarda la situazione generale…rispondo solo dicendo che:
    NELLA VITA CHI LOTTA PUò PERDERE…CHI NON LOTTA HA GIA’ PERSO!
    Quindi contano i risultati non i servizi…e le nostre elezioni possono essere considerate solo dei servizi, destinati a terminare in breve tempo…e vedrete che ho ragione e mi darete ragione…!!!
    CHIDO AUGURANDO ANCORA BUONA PASQUA A TUTTI…CHE IL SIGNORE SIA CON VOI E VI DONI LA FELICITA’ CHE MERITATE…Sperando che questa discussione finisca qui…visto che già siamo nauseati dai risultati elettorali…ci bastano quelli….!!!

    P.S. dimenticavo una cosa in merito all’umiltà come cita il sign. G.:
    l’umilità ha un significato molto preciso…ossia: (Riferito a persona, non orgoglioso di sé e dei propri meriti, privo di superbia etc. etc.) e a quanto si legge il sign G. non ha dimostrato di averne offendendo persone cosi come si può leggere in un suo commento!!!

  10. Perdonatemi..non posso non esprimere questo mio pensiero, visto ke come dice Giovanni siamo in democrazia e il pensiero è liber!
    Sig.Giovanni è stato proprio lei e le persone come lei, a preferire quello ke e’ la realta’ o meglio l’Orta com’è !!!
    Ecco come mai percentuali cosi’ basse per ki vorrebbe cambiare il sistema umilmente !!!
    Ed è semplice capire ke lei è una di quelle persone ke perdera’ sempre nella vita..
    si ricordi : non vince ki arriva prima,,ma vince ki combatte..ki ci prova..
    lei avra’ ad orta cio’ ke ha sempre avuto e se realmente e’ di orta sa a cosa mi riferisco.
    Ha detto ke non sarebbe un problema presentarsi …bene..lo faccia..accetti l’invito dell’arkitetto e lo guardi negli okki..se veramente riesce..se veramente e’ capace di guardare dentro.. nel piu’ profondo..vedra’ una sola cosa:un semplice uomo ke combatte per cambiare il mondo..ma son sicura e quasi certa ke forse non le piacera’ il caffe’ !!!!!!!!!
    Concludo dicendole:buona Pasqua anke a lei e la sua rabbia ke onestamente non si e’ capito da dove viene..se solo avesse messo un minimo di qst rabbia ad orata di atella avrebbe contribuito a piu’ primavere…auguri !!

  11. NON COMMENT … salvo per il fatto che all’arch serve l’avvocato difensore vedo!!! e poi caro arch non so dove vuole arrivare con tutte quelle parole…allusioni che neanche riesco a capire! Mi spiace doverla deludere ma non entro a far parte della categoria a cui le fa riferimento…visto che lavoro in proprio!!! Per il caffè non ci sono problemi…appena ritorno ad Orta le farò sapere.

    e cmq sig.rina/ra (avvocato difensore) deludo anche lei dicendo che fin ora non ho mai perso!!!

    rinnovo l’augurio di una serena Pasqua!

  12. dimenticavo caro arch. visto che a me chiede dimostrazione di quello che scrivo sulla sua disonestà ecc …dimostri lei quello che scrive sulla mia identità che mette in dubbio!!!

  13. sig.rina/ra Angela dove ha visto rabbia??? ho solo espresso una mia opinione…mah!!! ho la vaga impressione che sia molto, ma molto di parte!!!

  14. io sono semplicemente una persona come lei ke ha scritto un suo pensiero …lei ha il suo ,, ed io il mio..tutto qua!!!
    ne’ ho fatto l’avvocato difensore di nessuno..ho solo letto qualcosa ke ha scritto lei ke non condivido ma ke rispetto e ke ho replicato,c’è la democrazia no?
    certo ke pero’ lei ha una concezione del perdere e del vincere un po’ riprovevole direi,,dice di non aver mai perso..bene !! ma se ha vinto come han vinto con le elezioni elettorali ad Orta ..allora capisco tutto (è solo supposizione e’ ovvio visto ke non la conosco)ma in base a quello ke scrive qui credo sia quello ke realmente è’.
    Johann Wolfgang von Goethe disse;Non è forte colui che non cade mai, ma colui che cadendo si rialza.
    Pace e bene fratelli e ancora buona Pasqua.

  15. visto che non mi conosce, come si permette di affermare come io abbia o no vinto??? …o di insinuare??? …
    Anonimo: Quando non si conosce la verità, l’unico modo sicuro per non sbagliare è TACERE!!!

    Dice di non essere l’avvocato di nessuno, ma vedo che se la prende molto a cuore per l’arch Fiorillo!!! Lasci che risponda lui….se ne ha voglia!!!

  16. L’invidia degli uomini indica quanto essi sono tristi e il loro interesse continuo per ciò che fanno gli altri dimostra quanto è grande la noia che li opprime.

  17. Cari amici,
    mi sia consentito vestire i panni del moderatore.
    Premetto che mi fa molto piacere vedere finalmente una accesa discussione che riguarda il nostro amato-odiato paese. Vi invito a continuare, se ne avete voglia, sempre cercando di mantenere i toni nei limiti del rispetto e della buona educazione. In caso contrario, non esiterò a cestinare commenti che si dovessero rivelare volgari e/o offensivi.
    Detto questo, vorrei porre alla vostra attenzione una riflessione (e mi farebbe molto piacere sentire vostre considerazioni in merito) visto che ho sentito diversi di voi ripetere i termini “vinto – perso”.
    Personalmente credo che, per come sono andate le cose ad Orta, abbiano subito una grossa sconfitta solamente il popolo e la democrazia. Infatti, chi dovrà governare Orta lo farà in virtù di un risultato elettorale che gli vede conferito il 43% dei voti validi, il chè già di per se non rappresenta una maggioranza. Se rapportato al n° degli elettori aventi diritto (17.005), tale percentuale scende addirittura al 34%.
    Cosa significa questo. Semplicemente che la maggioranza non vuole (e lo dimostrano i numeri) questo governo e soprattutto ciò che esso rappresenta. Ma la politica, quella con la p minuscola, quella che favorisce Il proprio rappresentante semplicemente dividendo le forze dell’avversario, non ha voluto dare voce univoca a questa maggioranza. Ha voluto disgregarla con l’alibi dell’ideologia, della cultura e del portafoglio facendo del protagonista della Storia (il popolo), l’unica vittima inconsapevole.
    Buona giornata a tutti

  18. buongiorno architetto Villano ..io sono daccordissimo con lei in ogni parola..
    in ogni riflessione io sono daccordo con lei !
    Quello ke oggi abbiamo ad Orta e sto cercando di spiegarlo al Sig.Giovanni è, quello ke hanno voluto le persone come lui ..un paese ke non cambiera’ mai ..un paese senza piu’ primavere..e ke forse non si sono resi conto ke davvero sono vittime di una tragedia..
    Non capisco perche’ tanta rabbia (perche’ è quello ke il Sig.Giovanni mi trasmette) nei confronti di persone che credono ancora nel poter cambiare il mondo…(io dico credono ancora nelle favole) hanno avuto quello in cui hanno creduto e allora ke ne paghino le conseguenze..senza pero’ toccare ki con umilta’ e forza ha combattuto una guerra persa come dice il sig Giovanni..ma non e’ cosi’ perche’ qui ki ha perso sono stati loro il popolo..votando ki non cambiera’ nulla..ki rubera’ un futuro migliore per i nostri figli..ki non dara’ colori ad Orta e qui mi devo ripetere(non vince ki arriva prima ma vince ki combatte.. ki ci prova), quindi Giovanni io non taccio per niente..io combattero’ per sempre,non mi stankero’ mai di farlo..
    i miei genitori mi dicevano e mi dicono in continuazione: perché il male trionfi è sufficiente che i buoni rimangano in silenzio. E qui credo di non dover aggiungere piu’ nulla.
    Non mi resta ke augurarvi una buona giornata

    • Ciao Francesco ed un ciao a quelle poche ma buone ed umili persone che come noi sposano delle idee. detto ciò rispondo a questa discussione e dico:

      Spett.le ed Egregio Giovanni, sembra che lei faccia come i preti (fai quello che dico e non quello che faccio), nel senso che prima accusa persone e nel caso specifico il sottoscritto dicendo che sono falso e disonesto…e poi se la prende se viene attaccata o le viene rivolta qualche innocente accusa.
      Sono fiero da quel che leggo che esistono ad Orta persone che la pensano come il sottoscritto ed il collega, nonché amico Francesco Villano e che combattono anche solo attraverso delle discussioni per un paese ormai prossimo alla banca rotta.
      Sono mancato qualche giorno ed ho trovato una accesa discussione qui che devo dire e sintomo di costruzione…Devo mio malgrado anche rispondere personalmente a delle cose lette di questa discussione e ringraziare la sig.ra Angela per le parole in mia difesa. Anche se credo di aver dimostrato di non aver bisogno di essere difeso, ne di un avvocato difensore, credo di essere in grado da solo di replicare e difendermi e rispondo il sign. G dicendo: io non devo dimostrare nulla a nessuno e tanto meno a lei, per il semplice motivo che tutti possono leggere cosa scrivo e sapere che lo scrivo io e tutti sanno chi sono e come la penso, sia qui che fuori da qui nella vita reale.
      A differenza di lei che ancora non ci ha detto chi è pur essendosi vantato di non aver nessun problema, ne ci ha fatto sapere come si chiama realmente mettendo i suoi dati per far si che possiamo riconoscere questo anonimo uomo che tanto si scalda per cose che forse nemmeno sa e come affermava la sign.ra Angela ha rifiutato il caffè nel modo più evasivo possibile. Detto ciò, concludo dicendo: il confronto deve essere costruttivo e non distruttivo, quindi sign. Giovanni, se non le sta bene quello che si scrive qui, specie dopo le prime accuse da lei fatte al sottoscritto, è libero/a di andare da un’altra parte, perché come può notare in questo blog esistono solo persone sane di principi, umili e libere di esprimere pensieri educati e con educazione, senza che si accusa mai nessuno. Le provocazioni sono solo un mezzo per creare guerre e poiché le guerre non sono mai costruttive come diceva il nostro beato Giovanni Paolo, è invitato a moderare il linguaggio e come dice il collega Villano, dico anch’io che se dovessimo ancora leggere cose offensive o di poco gusto, saremo costretti a cestinare. E le ricordo inoltre che ad ogni azione corrisponde una reazione e questa sua prepotenza o prosopopea nel dire ad una persona che scrive e replica semplicemente dei commenti dicendole: “Taccia”, non la si condivide.
      Quindi, usi moderazione e soprattutto rispetto ed educazione, altrimenti è libero di andare a scrivere da un’altra parte, o come già abbiamo detto saremo costretti a cestinare…grazie.
      Buona giornata a tutti

  19. egr. arch. Fiorillo forse lei ha male interpretato il mio “taccia”… ma la sig.ra Angela non sta commentanto, bensì asserendo che in me vede rabbia e io non sono arabbiato, vede invidia e io non sono invidioso…contina con il dire che per gente come me Orta vive il degrado….e qui “replico” come fa a dirlo se non mi conosce…. se io mi sono permesso di usare determinate “parole” nei suoi confronti arch, vuol dire che in qualche modo sono a conoscenza di qualche suo operato……non ho voluto ne offendere ne altro…era una mia opinione e l’ho detta. Come noto lo state facendo anche voi!!!! pur non conoscendomi…LEI è stato addirittura capace di insinuare non so cosa, sulla mia idenità, sul mio lavoro… se non ho accettato il caffè è semplicemente perchè non sono a Orta, non perchè non sono di Orta, bensì perchè non ci vivo più….appena verrò su…prenderemo anche il caffè!!! e inviteremo anche la sig.ra Angela….così conoscerò anche colei che “accusa” senza sapere!!!
    Se la popolazione di Orta ha continuato a votare coloro che voi definite “ladri” (il termine è stato utilizzato da me per fare una sintessi maccheronica del vostro pensiero, non l’ho mai trovato in nessun post o commento, nè l’ho mai sentito pronunciare direttamente dalle vostre bocche) e mal amministratori, ci sarà un perchè…..forse ha capito che tra tanti mali era meglio tenere quello che già conoscevano…è pur vero che avendo quattro liste i voti sono “dispersi”, alla fin fine non ha VINTO nessuno…è stato veramente questione di votanti e non di scelta idealistica. Però è da dire anche che proprio la percentuale della lista dell’avv Migliaccio è quella più bassa, ma molto bassa…………se le persone che ne facevano parte avessero dimostrato realmente un cambiamento per Orta, ma vi pare che non ci fosse stato un riscontro maggiore!!!???
    Nessun paese, città, nazione dopo decenni di degrado, di non “primavere”, decide di non cambiare qualora la cosa sia fattibile e basti guardarsi intorno nell’agro aversano, Enzo de Angelis è riuscitoa cambiare Cesa, Stefano a Caiazzo…è il secondo mandato e ora la grande vittoria alle provinciali…la gente non è più stupida e voi lo sapete benissimo!!!
    Adesso egregio arch. se vuole cestinare i miei interventi è libero di farlo…siamo liberi di pensar e di agire, sempre nel rispetto di noi stessi e del prossimo!!!
    Buona giornata!!!

  20. Egregio sign. Giovanni, credo che lei stia un attimino uscendo fuori dalle misure ed ancora sta offendendo la mia etica professionale, per quel che riguarda il mio operato, prima di accusare o criticare si presenti e mi metta in condizione di potermi difendere a viso scoperto con una persona e non con un nome. E come già le ho detto nel precedente post, se non le stanno bene delle cose, è libero di andare da un’altra parte e di scrivere quello che crede…qui bisogna avere rispetto ed educazione…e speriamo che questa volta sia più chiaro e comprensivo.
    Per quanto riguarda la signora Angela, credo che abbia semplicemente risposto ed espresso come lei giustamente dice essendo in democrazia e per tanto non può essere imputato nessuno, per il semplice replicare in modo educato e senza offese ed accuse, almeno questo io leggo da altri e non da lei.
    Per quel che riguarda i paesi limitrofi senza soffermarmi…mi dispiace dirle che lei parla per letture effettuate dai quotidiani che purtroppo lasciano interpretare sempre ciò che non è nella maggior parte dei casi, ma di reale e sono certo che nemmeno sa cosa ci sia nell’agro Aversano ed in particolare nel nostro territorio.
    Per tutto quanto il resto, le chiedo la gentilezza di smetterla qui come già chiesto in precedenza e di comportarsi da persona adulta e matura e non capisco onestamente tutto questo attaccamento che lei esterna a cose e persone che forse nemmeno la interessano.
    Per quanto invece concerne la bassa, ma molto bassa percentuale della lista migliaccio come ben sottolinea…beh…posso risponderle in modo molto esplicativo dicendole che sono poche le persone che vogliono cambiare un sistema in metastasi. Poiché la maggioranza pensa e crede quello che lei ha scritto ossia: (Se la popolazione di Orta ha continuato a votare coloro che voi definite “ladri” e mal amministratori, ci sarà un perchè…..forse ha capito che tra tanti mali era meglio tenere quello che già conoscevano), purtroppo posso dirle empiricamente che ogni forma di male va comunque combattuto e quello che lei ha sottolineato è per me solo una triste affermazione, perché l’unica cosa che mi lascia pensare è che mai, ne Orta ne l’Italia in genere potrà cambiare visto quello che la maggioranza della popoloazione assieme al suo pensiero credono…!
    Per quel che riguarda il cestinare i suoi commenti, beh…le provocazioni spontanee non attaccano. Se lei sa e saprà essere gentile, educato, cordiale e rispettoso verso i lettori e chi scrive, senza offese altrui, può star certo che non verrà cestinata. E non è ne una minaccia, ne una provocazione, ma semplicemente un invito al buon senso.
    Grazie e speriamo che finisca qui…come già ho scritto siamo già nauseati dei risultati…basta grazie.

  21. …………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………………

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.