Zaha Hadid arriva al sud con il lungomare di Reggio Calabria

FONTE: ARCHITETTO.info

Sarà l’arcinota Zaha Hadid a realizzare le due nuove e grandi opere per Reggio Calabria. L’annuncio proviene dalla cerimonia tenuta a Londra per l’affidamento agli architetti Zaha Hadid e Patrick Schumacher della progettazione del “Waterfront”, a conclusione del concorso internazionale bandito dall’Amministrazione comunale. Per il Comune di Reggio erano presenti a Londra anche l’architetto Gianni Artuso, coordinatore delle opere del Decreto Reggio, e l’ing. Pasquale Crucitti, responsabile del procedimento, oltre al sindaco Scopelliti, secondo cui “Questo investimento consentirà di valorizzare ancora di più il litorale, vero volano di sviluppo di una terra dalla grande vocazione turistica”. Un importante avvenimento seguito oltre che da personalità del mondo dell’architettura internazionale e da esponenti del mondo culturale e politico, anche testate giornalistica di grande tradizione: Financial Times, Architectural Review, Il Tempo, Buildin Masgazine, Agenzia ANSA, Rai International, Wallpaper, Rai di Londra, Radio Rai, Rai Tg Parlamento, The Indipendent e Blue Print. Dopo aver vinto un bando a cui hanno partecipato 49 studi tecnici di fama internazionale, l’architetto Hadid avrà tra i 18 e i 14 mesi per completare la progettazione e, successivamente, tre anni per il completamento dei lavori. Il progetto comprende due edifici. il Museo del Mare (25 milioni di euro) racconterà la storia del Mediterraneo. All’interno ospiterà i Bronzi di Riace, verrà costruita una sezione dedicata ad uno dei reggini più famosi, Gianni Versace, e si potranno trovare una serie di spazi espositivi, un acquario ed una biblioteca – ed un Centro Polifunzionale (quasi nove milioni di euro), con negozi, cinema, auditorium e uffici. Il compito sarà più ludico. L’idea è sempre quella di rendere la struttura, attraverso l’architettura di Hadid, il più permeabile possibile rispetto al flusso della passeggiata. La costruzione, ha spiegato la Hadid, sarà una sorta di “paesaggio sull’acqua” che collegherà i due edifici e dove “l’esterno entrerà nell’interno” con una serie di aperture e cortili affacciati sull’acqua. Il design, ha spiegato il collega Schumacher illustrando i disegni, si ispira alle forme organiche di una stella marina e privilegia forme “allungate, fluide ed astratte, con superfici ondulate e concave e punti d’ingresso spettacolari”. “Sono felice di lavorare a Reggio Calabria – ha dichiarato la Hadid – l’edificio sarà un punto d’incontro per persone di tutte le età e attraverso le arti servirà a rappresentare la ricca e diversa storia del Mediterraneo, arricchendo la vita culturale della città. Questo collegamento tra cultura e vita pubblica è essenziale”.

2 thoughts on “Zaha Hadid arriva al sud con il lungomare di Reggio Calabria

  1. Basta con queste star e con i loro strani mostri avulsi dalla nostra cultura e dal nostro territorio. E’ uno schifo che in un paese ricco di cultura e di giovani talenti dove regna la disoccupazione e lo sfruttamento bieco continuiamo ad assistere impotenti alla parata di questi fenomeni da baraccone, con la differenza che le parate sfilano e passano, questi invece COSTRUISCONO.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.