Le Corbusier, patrimonio mondiale

news_2507.jpgLe Corbusier, patrimonio mondiale Il Dossier UNESCO firmato a Parigi Le opere di Le Corbusier dovrebbero entrare a far parte del Patrimonio mondiale dell’UNESCO, quali capolavori dell’architettura moderna. I rappresentanti di sette Paesi (Francia, Svizzera, Germania, Belgio, Argentina, India, Giappone) e della Fondazione Le Corbusier hanno firmato mercoledì 30 gennaio scorso, a Parigi, il dossier di candidatura con 23 opere dell’architetto di fama mondiale. La cerimonia solenne della firma del dossier di candidatura intitolato -L’Oeuvre architecturale et urbaine de Le Corbusier- ha avuto luogo alle 18.00 al Ministero della Cultura di Parigi. L’UNESCO deciderà presumibilmente nell’estate del 2009. L’elaborazione del dossier è durata tre anni ed è stata effettuata da un gruppo di lavoro internazionale sotto l’egida della Francia in collaborazione con la Fondazione Le Corbusier. Con la candidatura di Le Corbusier per la prima volta è stato inoltrato all’UNESCO un dossier sull’opera internazionale di un architetto del ventesimo secolo. Al riguardo sono state scelte le costruzioni più rappresentative: dalla Villa Curutchet a Buenos Aires, all’Unità di Abitazione a Marsiglia e alla Weissenhofsiedlung a Stoccarda, Chandigarh in India fino al Musée National des Beaux-Arts de l’Occident in Giappone. Nel dossier sono inserite anche quattro opere situate in Svizzera: la Villa Blanche (1912) e la Villa Schwob (1916) a La Chaux-de-Fonds, la Villa Le Lac (1923) a Corseaux e l’Immeuble Clarté (1930) a Ginevra.

2 thoughts on “Le Corbusier, patrimonio mondiale

  1. Bene! Anche le prime due ville sono entrate, e questo è un sintomo di sensibilità verso la storia recente. Anche se da italiano, posso affermare che dietro l’angolo si nasconde il rischio del conservazionismo tout court…

  2. caro emmanuele…io credo che più che conservazionismo…sia un modo per speculare e per far soldi, visto che la maggior parte di queste grandi opere mondiali…sono in possesso di enti…!
    e fa piacere se vengono pubblicate o prese in considerazione per ovvi motivi…tanto oggi sono delle macchine di soldi. “vedi le piramidi, gli scavi romani in genere…etc. etc.” insomma ci siamo capiti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.