Fotovoltaico: la Campania agli ultimi posti nella graduatoria delle regioni italiane

Arche se, personalmente nutro grossi dubbi sul fotovoltaico dati dal fatto che chi li propone espone sempre una sola faccia della medaglia che è quella del vantaggio economico e del funzionamento. Mai ho sentito qualcuno parlare dei metodi utilizzati per la loro produzione e di eventuali ipotesi sullo smaltimento di questi una volta esauriti. Comunque, potendosi trattare di una semplice mancanza di approfondimento del problema da parte mia, posto comunque il seguente articolo trovato in rete.  

FONTE: èCostiera

pannelli solariAlla Campania, secondo i dati di Legambiente, è toccato un triste  quattordicesimo posto nella graduatoria delle regioni italiane relative alle installazioni di impianti fotovoltaici.

In Campania la provincia più ”rinnovabile”, che ha saputo meglio sfruttare il regime di agevolazioni detto ”conto energia”, è la Provincia di Caserta, con 314 KW, al secondo posto Salerno (252 KW), seguita da Napoli, Benevento e, infine, Avellino.

Questo è quanto afferma Antonio Pascale, responsabile campano di Legambiente, l’associazione ambientalista che in occasione della settimana mondiale Unesco dedicata ai cambiamenti climatici, ha promosso alcune iniziative di sensibilizzazione al risparmio energetico.

Dati che non sono, secondo Pascale, affatto soddisfacenti: ”La provincia di Caserta è stata invasa dalla produzione da fonti fossili. Le tre megacentrali a gas, due a Teverola e una  a Sparanise, potrebbero da sole soddisfare quasi tutto il fabbisogno elettrico della Campania. Una situazione questa che condanna la Provincia di Terra di Lavoro a non poter più raggiungere, a livello provinciale, gli obiettivi europei di produzione del 20% dei fabbisogno mediante fonti rinnovabili”.

Uno degli eventi promossi dell’Unesco, è “Le Piazze del Sole”  realizzato in Campania da Legambiente in collaborazione di  AGEAS Salerno, Provincia di Salerno, Produttori di moduli e pannelli fotovoltaici, operatori del settore, ESCO.

L’evento avrà luogo domenica 11 novembre nei comuni di Napoli, Salerno, Caserta, Avellino, Benevento,  Orta di Atella.

Nelle piazze sarà allestito uno stand in cui saranno fornite informazioni sulle opportunità offerte dal nuovo conto energia per diventare autoproduttori di energia rinnovabile attraverso la fonte solare fotovoltaica.

Gli stand di Legambiente saranno affiancati da esposizioni e laboratori dimostrativi organizzati dagli operatori del settore delle rinnovabili operanti in Campania.

Vi sarà un convegno/dibattito di livello regionale incentrato sulle fonti rinnovabili e il protocollo di Kyoto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.