La riduzione della vulnerabilità sismica degli edifici storici in muratura


FONTE: InfoBuild 

centro storico vollasantostefanoOltre ai monumenti, gruppi di edifici situati in ambienti urbani vecchi e rurali rappresentano un patrimonio culturale architettonico di grande importanza storica, che contribuisce ad offrire un valore aggiuntivo alle più moderne città europee.

Svolgendo un ruolo di connessione tra il passato e presente, gli ambienti storici vengono inseriti nel contesto urbano, rappresentando di solito le parti più vitali della città.
Purtroppo, gli edifici patrimonio culturale non sono stati concepiti per resistere ai carichi da terremoto.
Sono stati costruiti con materiali e con sistemi che resistono ai carichi gravitazionali, ma la loro capacità di resistenza alle sollecitazioni orizzontali provocate dai terremoti è solitamente inadeguata.
In alcuni casi gli edifici storici sono stati conservati in un cattivo stato e sono deteriorati a causa degli effetti del tempo e dei cambiamenti ambientali.
Di conseguenza, il comportamento sismico inadeguato delle strutture vecchie è Continua a leggere

Uffizi: un sito internet per seguire il cantiere


FONTE: InfoBuild 

UffiziCliccando su http://www.nuoviuffizi.it sarà possibile seguire in tempo reale i lavori dei cantieri di restauro degli Uffizi di Firenze.
“Uno strumento – si legge in una nota – che si apre eccezionalmente sulla realtà del cantiere, che integra i contenuti statici, note storiche, documentazione progettuale e schede tecniche, con una sezione on-line, periodicamente aggiornata, ove gli stati d’avanzamento dei lavori sono illustrati mediante riprese fotografiche, materiali video, modelli grafici in 2D e 3D, rendiconti economici, ecc”.
Il sito internet vuole rendere visibile la complessa macchina di cantiere e informare sullo stato dei lavori del progetto dei Nuovi Uffizi.
E’, infatti, entrato nella fase operativa il cantiere dei Nuovi Uffizi, uno dei più estesi interventi del genere in Europa con i suoi 27.000 mq di superficie calpestabile.
Finanziati dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali con quasi 49 milioni di euro, i lavori sono diretti dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio delle Province di Firenze, Pistoia e Prato, sotto la responsabilità del Soprintendente Paola Grifoni e la direzione di Giorgio Pappagallo.
Attraverso il sito ” ci proponiamo – spiega Paola Grifoni di: descrivere Continua a leggere