Benevento: un Patto formativo locale per l’edilizia di qualità

FONTE: Il Quaderno.it

 Sono partite da qualche tempo le attività del Patto Formativo Locale (Pfl) nel settore delle costruzioni in provincia di Benevento. L’iniziativa è piuttosto singolare, anzi, pare che sia un’assoluta novità in Italia. Le azioni sono promosse dal Comitato Paritetico Territoriale di Benevento (Cpt), ente bilaterale composto dall’Ance di Benevento (l’associazione degli imprenditori), Fillea Cgil, Filca Cisl e Feneal Uil (i sindacati). Il progetto si avvale, tuttavia, anche del supporto di: Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali che ha attivato i fondi comunitari; Regione Campania; Provincia e il Comune di Benevento; Direzione regionale dell’Inail.

Il Quaderno ha chiesto ragguagli a Pino Mauriello che del Comitato (Cpt) è il direttore: “Attraverso il Patto vogliamo contribuire a innalzare la qualità del comparto edile nella provincia di Benevento. Si tratta di far leva sulla valorizzazione delle risorse umane come elemento di modernizzazione del settore. È un’esperienza unica, in Italia, rivolta ai lavoratori, ai dirigenti e agli imprenditori, a sostegno dei processi di innovazione tecnologica, organizzativa e di mercato”.

Valorizzare le risorse umane è il principale obiettivo, dunque, ma per avere un quadro completo delle reali necessità del settore occorre effettuare un’analisi approfondita della situazione attuale. Da qui l’idea dell’Osservatorio: “Questo è lo strumento con il quale si intende incrementare l’efficienza e la produttività del settore edile sul territorio – spiega Mauriello -. Al suo interno saranno acquisite, valorizzate e successivamente diffuse quelle informazioni necessarie a orientare le scelte strategiche, politiche e imprenditoriali degli attori presenti sul territorio. L’Osservatorio si pone al servizio, da un lato, dei decisori pubblici, fornendo loro informazioni, dati e tendenze aggiornate e tempestive sull’andamento del settore; dall’altro vuole contribuire a creare una serie di opportunità come la pubblicizzazione dei bandi di gara, la Borsa Lavoro e altri servizi ai lavoratori e alle imprese. L’idea che ci muove è rendere competitive le imprese e aiutare i lavoratori a qualificare le loro mansioni oltre a cercare nuove opportunità. Uno strumento per rapportarsi continuamente con gli utenti: crea l’informazione e l’utilizza secondo le proprie finalità”.

L’Osservatorio, dunque, sarà in grado di offrire una fotografia dell’andamento del settore e aiutare le imprese sannite per riqualificare un campo obiettivamente in difficoltà, attraverso il monitoraggio dei bandi di gara e dello svolgimento dei lavori, con l’analisi approfondita dei vari elementi, quali il calcolo dei flussi di spesa nel territorio, l’importo dei lavori complessivi, la manodopera impegnata, gli oneri relativi alla sicurezza.

Per far incontrare la domanda e l’offerta di lavoro lo strumento proposto dal Patto è la Borsa Lavoro, un sistema basato su una rete di nodi regionali. E per rendere più immediato il rapporto con gli utenti, presto sarà disponibile on line il portale web http://www.pflsannio.it/.

Ma il territorio come risponde a tali iniziative? Gianfranco De Luca, presidente del Cpt, dichiara: “Le imprese sannite guardano con interesse al lavoro del Patto anche perché sanno che lo sviluppo di competenze tecnico-professionali può incidere efficacemente sui problemi attinenti la gestione delle organizzazioni imprenditoriali”.

La maggiore partecipazione tra soggetti pubblici e privati e una valorizzazione delle risorse umane attraverso una formazione sempre più specializzata sembrano essere la migliore strategia per riuscire a innovare e riqualificare il settore edile. I punti nevralgici dell’intervento riguardano la riduzione del lavoro in nero e irregolare e, sempre tragicamente attuale, la necessità di una maggiore attenzione alla sicurezza. È bene ricordare, infatti, che quello edile è uno dei comparti in cui è più alta l’incidenza di infortuni sul lavoro, spesso mortali.
Alessandra Cavoto

Questa voce è stata pubblicata in news. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.