Il sacco di Orta di Atella


Finalmente qualcuno (un Senatore della Repubblica) che inizia a chiarire con precisione come stanno le cose per quanto riguarda i tecnici di Orta di Atella. Nella sua interrogazione, infatti, il sen. Novi di F.I. precisa che complici del gruppo affaristico presente sul territorio di Orta sono le istituzioni, il consiglio comunale e “noti studi professionali”. Dove, a mio avviso, per “noti” si intende alcuni e non tutti come erroneamente si sottolineava ad Orta.

Dal manifesto blu apparso ieri tra le strade del paese, si percepisce una leggera nota di disappunto nel fatto che il senatore, “generalizzando e cogliendo nel mucchio”, coinvolga l’intero consiglio comunale. Sarebbe quasi il caso di affermare “chi la fa l’aspetti”.  Ma l’occasione è propizia per rimandare al mittente la risposta n° 24 apparsa il 2 Marzo tra i commenti di Saturnonet.it Continua a leggere